Casacastalda, la casa dei bikers

Chiedi alla strada perché proprio qui, a Casacastalda, 850 abitanti in cima a una collina in Umbria di 500 metri, è nato quello che qui affermano essere ‘l’unico monumento al motociclista del mondo’.

Chiedi alla passione perché, di fianco al paese, hanno traforato, a forma di moto in piega, un unico blocco in pietra serena alto più di due metri.

Quello è il Dolmen del motociclista, il punto di riferimento per i centauri che transitano sulla statale 318.

A realizzarlo hanno concorso molti moto- club dell’Umbria e dal 2004, anno della sua inaugurazione, è il catalizzatore di tante manifestazioni dedicate alle due ruote.

Se lo hanno piantato qui, il motivo è evidente sin dal primo metro della strada che porta a Casacastalda: guidare su queste colline è una forma di arte che il Dolmen sa rendere in modo plastico.

Nella foto l’emozionante passaggio del Transitalia Marathon a Casacastalda.

Ma il nostro piccolo centro medievale, ai confini con i territori di Gubbio, Perugia e Assisi, sa offrire molto altro. Intanto, la be llissima piazza XXIV Maggio, proprio al centro del paese.

Un cuore urbano che ha con- servato intatto l’antico fascino, scampato a fosche vicissitudini, così che lo sguardo può posarsi su due delle tre porte del castello (Porta Perugina e Porta Gualdese), sulla torre dell’orologio, poi la chiesa di Santa Maria Assunta e due suggestivi due pozzi in pietra.

Abitazioni e pavimentazione sono realizzate con la stessa pietra, il che dona al borgo i toni caldi dell’antico.

Basta uscire dal centro storico per apprezzare lo stato di conservazione delle mura che disegnano una forma quasi circolare a ‘diamante’, con il diametro maggiore di circa 100 metri, munito di opere di difesa, fra cui tre torrioni di sicurezza che formano anche le tre porte del castello.

In realtà, il fascino di Casacastalda non è dato tanto dalla mano dell’uomo, quanto dall’opera della natura: tutt’attorno un mare di verdi colline, qua e la punteggiate da paesi e città a cui l’Italia e il cristianesimo tanta gratitudine debbo- no.

Salendo gli 800 metri del monte Serra, si giunge a una piccola chiesa in pietra che ricorda il punto dove San Francesco d’Assisi fermava a pregare ogni volta che da Assisi si recava a Gubbio.

E da lì è possibile scorgere anche Perugia, Nocera Umbra, Gualdo Tadino.

Il Dolmen del motociclista, inaugurato il 23 Ottobre 2004, è una testimonianza di pace che dimostra l’affetto e la fraternità che rende unico il popolo delle due ruote.L’opera è situata nel centro abitato di Casacastalda e più precisamente nel punto di valico dove la strada statale 318 cambia di pendenza, nei pressi della piazzola, ritrovo dei motociclisti. Sul lato parallelo alla strada sono scolpite sulla pietra il nome del luogo e le seguenti coor- dinate geografiche: latitudine Nord 43°11’45” e longitudine Est 12°38’54”.

continua ……. tratto da un testo del libro Transitalia Marathon “story of a dream”

Transitalia Marathon "Story of the dream"

error

Seguici per rimanere aggiornato

Instagram